Paola Marella

Intervista a Paola Marella esperta di Case e Arredamento

INCONFONDIBILE NEL SUO PERSONAL STYLE, L’AGENTE IMMOBILIARE PIU’ FAMOSA DEL PICCOLO SCHERMO RITORNA CON IL SUO FAMOSO PROGRAMMA, GIUNTO ALLA TERZA STAGIONE. PER IL CANALE REAL TIME LA CONFERMA DI UN SUCCESSO IN CRESCENDO CHE ABBRACCIA TUTTO IL PALINSESTO.

Comprare o vendere casa in tempo di crisi. Ricorrendo a qualche piccolo trucco per invogliare l’eventuale acquirente. O aprendo bene gli occhi quando si va a visionare un immobile, ricordandosi però sempre che la casa “su misura” non esiste, e si deve sapere scendere a qualche compromesso, specialmente se la ricerca è fatta in una grande città. Da un paio di stagioni, l’atavico problema degli italiani ha una soluzione in più che arriva direttamente dal piccolo schermo e si materializza nella figura elegante e agguerrita di Paola Marella, la mediatrice immobiliare più famosa del piccolo schermo.  Dopo l’enorme successo riscosso su Real Time (canale 31 del digitale terreste, canali 126 e 127 di Sky, canale 31 Tivùsat, ogni giovedì alle 22.10), la nostra mediatrice ed esperta del settore immobiliare, professionista solare e di grande eleganza, ci riserva una grande novità per questa stagione, due nuovi architetti. Paola Marella infatti sarà coadiuvata da Raffaele Brauzzi e Miguel Angel, che la aiuteranno ad entrare empaticamente nelle vite e nelle psicologie degli acquirenti. Raffaele, detto Lele, architetto di Milano, si occupa prevalentemente di ristrutturazioni di interni. Miguel, architetto spagnolo lavora come interior e flower designer. Il programma continua ad essere tra i più seguiti, con un successo figlio del format e dell’incessante passaparola. Da qualche settimana è partita la nuova edizione con Paola e il suo staff tornati più in forma che mai. Lei impeccabile con il suo personalissimo style, continua ad avere un solo obiettivo: raccontare davanti alle telecamere storie di ordinaria difficoltà.

Paola Marella

Sono tanti anni che mi occupo del bene più prezioso che ci sia, la casa – afferma Paola – e ancora oggi incontro moltissime persone per aiutarle nella difficile impresa della vendita dei loro appartamenti. Le loro storie sono sempre diverse ma il consiglio è lo stesso:  un appartamento ben tenuto è sicuramente piu appetibile e spesso per rifargli il look bastano solo pochi ma mirati ritocchi!”. I protagonisti di ogni puntata, presi dallo stress della vendita e dalla paura di perdere un affare, si metteranno nelle mani del team di “Vendo Casa… disperatamente” che li aiuterà e informerà su ciò che bisogna conoscere per evitare i tanti problemi del difficile mondo dell’immobile.

Ci parli un po’ di questa trasmissione, giunta alla sua terza edizione. Qual è l’argomento trainante?

Dal mio punto di vista, sono due i motivi per i quali questa trasmissione ha così tanto seguito. Il primo è che quello che proponiamo è vita reale, sono situazioni in cui ci possiamo trovare tutti. Rientra in pieno nello stile del canale che mette al centro di tutto propria la vita reale delle persone. Il secondo motivo è che proponiamo soluzioni a basso costo per riuscire a sistemare case piuttosto vecchie e anche questo fa parte comunque della vita reale, quello di riuscire a mettere a posto una casa non spendendo molto”.

Un architetto nei panni di una presentatrice, oltre che consulente immobiliare, oggi anche volto tv. Come si trova a vestire questi panni?

Io sono laureata in architettura e ho sempre fatto l’agente immobiliare. Negli ultimi anni, poi, mi sono ritrovata anche a rivestire questi panni e devo dire che mi diverto moltissimo, inoltre sono supportata da un gruppo di collaboratori che mi rende il tutto molto più facile. E’ una bella esperienza, che continua a coinvolgere noi e gli spettatori”.

Perché, a suo parere la gente è così attratta dalla TV verità? Quella che racconta la quotidianità della vita?

Perché ci si può paragonare in ciò che si vede. Noi siamo professionisti che fanno questo lavoro nella vita di tutti i giorni, poi nel nostro caso le case sono un argomento che tocca molto gli italiani. Tutto ciò che facciamo, i passi che compongono una puntata, quindi andare a visitare una casa, cercare con piccole accortezze e con un minimo investimento di rimetterla in piedi. Un argomento che ha grande influenza, perché credo che non ci sia famiglia dove non esista un problema legato agli immobili. Sono situazioni che attirano molto”.

Quanto è mutata la sua vita con questo nuovo incarico?

Dal punto di vista dell’impegno moltissimo. Ho sempre mantenuto comunque il mio lavoro di sempre, oggi quello che io consideravo un secondo lavoro, cioè quello in Tv, ha preso molto più tempo di quello che pensavo e questo lo ha reso molto più impegnativo. Per fortuna sono coadiuvata da un team di persone, sia da un lato che dall’altro, che mi rendono il tutto molto più semplice. Certo che si tratta di una bella sfida”.

Quali sono le piccole caratteristiche che rendono una casa vendibile e appetibile per un buon affare?

A volte basta un tocco di colore, in una casa molto anonima, il colore vuol dire molto, naturalmente tenendo conto sempre degli elementi presenti all’interno dell’abitazione, il colore vuol dire molto. Altre volte abbiamo usato il PVC per i bagni che danno un gran bell’effetto. Per ricoprire le vecchie piastrelle anni ‘70 abbiamo usato queste resine così tanto di moda oggi e di facile applicazione. Questi piccoli accorgimenti hanno sempre dato un ottimo risultato. Come si dice: un buon risultato con piccoli accorgimenti”.

In questa nuova stagione sarà coadiuvata  da altri due architetti. Quale il loro ruolo nella trasmissione?

Sono due validi professionisti, uno è un vero e proprio architetto, l’altro è un interior design, e sarà la mano in più per questa nuova stagione e darà di certo nuovi spunti e nuove idee per rendere gli appartamenti sempre più appetibili e sicuramente migliori. Una novità che aggiungerà qualità e competenza al format”.

Siete ormai ritenuti i maghi della vendita. Riuscite sempre a portare a buon fine una trattativa concludendo un buon affare?

Noi in realtà non seguiamo tutta la trattativa fino alla vendita, semplicemente ci occupiamo di renderle migliori a quello scopo. Non so se siamo i maghi delle vendite, forse è un po’ esagerato definirci così, sicuramente facciamo il nostro lavoro nel migliore dei modi e consegniamo sempre un prodotto valido sotto tutti i punti di vista”.

Se le proponessero qualcosa di diverso, a livello televisivo, accetterebbe la proposta? In caso affermativo cose le piacerebbe fare?

Magari! A questo punto ci spero davvero, sono sicura che mi divertirei moltissimo. Se potessi scegliere mi piacerebbe seguire un programma di moda, ma non moda nel senso convenzionale, quella moda un po’ fuori dalle righe e dagli schemi. Parlare di costume in maniera totalmente diversa a quello che si vede tradizionalmente nel piccolo schermo”.

Che ne pensa dei canali monotematici che stanno togliendo sempre più spettatori alla Tv generalista?

Oggi c’è molto più spazio e una possibilità di scelta diventata sterminata. Avendo aggiunto tutti questi canali c’è sicuramente più modo di scatenarsi con il famoso “zapping”. I canali monotematici hanno indirizzato la scelta e questo è piaciuto sicuramente ai fruitori. Non sono più una novità, ma una realtà sempre più in via di espansione”.

Intervista di Wanda D’Amico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *