Vincenzo Salemme

Intervista a Salemme: il signore della Reggia

Oltre duemila spettatori per un inverosimile
bagno di folla nel cortile di Palazzo Reale
SALEMME, IL SIGNORE DELLA REGGIA

Un’estate di grandi successi per “Tutto quanto fa
spettacolo!” in attesa dei nuovi lavori teatrali e
cinematografici attesi per il prossimo autunno/inverno
“Mi piace raccontare le storie buffe dei miei
personaggi “diversi”, che mettono allegria.

Vincenzo Salemme più che mai “Signore della Reggia”. E’ stato un’incredibile bagno di folla (oltre duemila spettatori) con applausi a scena aperta per l’unica tappa casertana di “Tutto quanto fa spettacolo!” tour estivo prodotto da Diana Oris e “Chi è di scena” ed organizzato in esclusiva dal Teatro Alambra di Maddaloni in collaborazione con la TecnoService e la BM Event. Salemme & co. alla conquista del complesso vanvitelliano proprio nella bizzarra serata di fine luglio (in termini di meteo…) in cui Caserta celebrava anche importanti stelle del panorama musicale.
Max Pezzali (ex 883) a Capua per un concerto di beneficenza che ha monopolizzato l’interesse dei giovanissimi, il divino Claudio Baglioni tra le sete del Belvedere di San Leucio per un live acustico da tutto esaurito.
Concorrenza spietata? Neanche a parlare; Vincenzo Salemme sul palco con il fido Maurizio Casagrande senza dimenticare il trionfante ritorno in gruppo di Nando Paone, ha riempito all’inverosimile il cortile della Reggia, per la meritata soddisfazione degli organizzatori e soprattutto per la delizia del pubblico che ancora una volta ha espresso pieno consenso per le performance teatrali dell’attore – regista di Bacoli da anni campione d’incassi e critica del palcoscenico.“Tutto quanto fa spettacolo!” (portato in scena con Domenico Aria e Bianca Maria Lelli, senza dimenticare le simpatiche incursioni di Roberta Formilli), è un “greatest hits” di testi – cult scritti dall’autore e tratti da commedie memorabili come “Passerotti e pipistrelli”, “…e fuori nevica!” e il recente campione d’incassi “Cose da pazzi!”. Al centro del collage la volontà, di dimostrare che si può “spettacolarizzare” e rendere positiva qualsiasi nevrosi umana, qualsiasi handicap fisico e mentale, temi che negli anni sono diventati eloquenti biglietti da visita dei successi teatrali e cinematografici ottenuti da Salemme.

Evento di spicco dell’estate casertana, anche se tutte le location scelte per il tour estivo di “Tutto quanto fa spettacolo!” hanno goduto di contorni scenici di rinomata bellezza (Pompei, Terracina, San Felice a Circeo, ecc.), il “sold out” della Reggia ha rappresentato tra l’altro un gustoso anticipo dell’imminente nuovo cartellone in fase di allestimento all’Alambra, cartellone che celebrerà il centenario del teatro di Maddaloni con un carnet di ospiti ed eventi davvero eccezionali.
Per la prima volta immerso tra gli incantevoli scenari di Palazzo Reale, Vincenzo Salemme ha scongiurato fino all’ultimo con gli organizzatori il pericolo – pioggia, per poi gettarsi con la sua affiatata compagnia di amici – attori nel caloroso abbraccio del cortile della Reggia.

Vincenzo, per il tour estivo, un titolo che celebra una volta di più i tuoi personaggi da palcoscenico.
“Certo – esordisce Salemme nell’intervista gentilmente concessaci nel backstage – con questo lavoro mi piace raccontare le storie più buffe e curiose dei miei personaggi “diversi” che sul palcoscenico mettono tanta allegria. Sono personaggi con nevrosi e manie che si incontrano tutti i giorni anche se nella vita reale però finiscono per creare qualche inquietudine”.

– Con Maurizio Casagrande un affiatamento ormai maniacale, con questo spettacolo rientra in gruppo alla grande anche Nando Paone, presenza fondamentale per le tue storie. Manca all’appello Carlo Buccirosso: per il futuro sognare non è un reato…
“Voglio precisare una cosa che purtroppo ci portiamo dietro dai tempi di “…e fuori nevica”. Il nostro non è mai stato un quartetto ma una grande compagnia con tanti bravi attor.,Il grande successo di quella commedia ha portato spesso a pensare che tutto fosse solo e soltanto legato a noi quattro. I ritorni in gruppo fanno sempre piacere perché insieme si sta davvero bene ma, non si può certo obbligare nessuno a restare o quantomeno a seguire nuove strade. Un progetto futuro con il ritorno di Buccirosso mi farebbe tanto piacere ma, certo non dipende solo da me”.  
– Un altro titolo tormentone riguarda il lavoro teatrale di questo inverno: “La gente vuole ridere”
“Una frase – spiega Vincenzo Salemme – che mi accompagna dal lontano 1975, quando iniziai a fare teatro. Un po’ tutti mi dicevano: “ma lascia stare, che ti sei messo in testa di fare il teatro…la gente vuole ridere!”, e da allora ho deciso di fare ridere il pubblico e tenterò di farlo anche con questo nuovo lavoro. L’ho scritto nel 1993 quando il Grande Fratello e i reality show erano nomi sconosciuti. Al centro della storia una vecchia contessa padrona di un teatro ormai in totale abbandono. La proprietaria dello stabile al limite della follia, decide di scritturare una compagnia di attori terremotati, dando loro dimora, cibo e comodità in cambio della…vita! La contessa, infatti, chiede agli sciagurati di essere spettatrice fissa delle loro giornate nel pubblico e nell’intimità. Ovvio che ne scaturiscano tante situazioni paradossali”.

– Volendo guadare lontano con i progetti cinematografici e teatrali, cosa c’è nel futuro di Vincenzo Salemme?
“Per il cinema c’è qualcosa di davvero interessante che sta per concretizzarsi, un progetto che presenteremo bene a settembre. Per il teatro sto pensando di scrivere una commedia sulla famiglia, che parta da una coppia con dei figli per poi allargare storie e problematiche, sempre viste in chiave grottesca. Penso che sarà proprio la famiglia il tema di una prossima commedia teatrale. Per il momento godiamoci queste vacanze di lavoro e voi cari amici casertani godetevi l’incantevole magia di Palazzo Reale, un monumento che mette davvero i brividi”

Per gli amanti delle interviste potete continuare la lettura del nostro blog, leggendo l’intervista a Selen, l’ex pornostar si racconta nella nuova veste di attrice, per il suo ultimo spettacolo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *